• Agricoltura, nel II trimestre 2018 crescono valore aggiunto e occupazione

    Print

    Aumenta la fiducia degli agricoltori italiani

    Agricoltura mangimi cereali %c2%a9 dleonis   fotolia.com

    Nel secondo trimestre del 2018 il settore agricolo, dopo sei flessioni consecutive del valore aggiunto, registra una ripresa dello 0,3% su base annua. È quanto emerge dal rapporto: “AgrOsserva - La congiuntura della filiera agroalimentare - II trimestre 2018” pubblicato da Ismea (Istituto di servizi per il mercato agricolo alimentare), secondo cui l’occupazione in agricoltura sarebbe cresciuta del 2,6% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, mentre le ore lavorate sarebbero aumentate del 2,2%. Anche se il numero delle imprese agricole registrate nel Registro delle Imprese mostra un lieve calo tendenziale (-0,4%), continuano ad aumentare le imprese giovanili, cresciute del 5,4%.

    Fiducia - In questo contesto, la fiducia degli agricoltori italiani è rimasta per lo più stabile rispetto al trimestre precedente, ma è notevolmente aumentata rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso, quand’era stata negativamente influenzata dall’andamento climatico anomalo. L’indice del clima di fiducia dell’agricoltura elaborato da Ismea tocca quota 0,3 punti, e riflette il saldo positivo sulle opinioni sulla situazione futura (12,5 punti) e quello ancora negativo sulla situazione attuale (-10,6 punti).

    Credito - Sul fronte del credito al settore primario, Ismea sottolinea che lo stock di prestiti oltre il breve termine (in calo dall’inizio del 2012) nel secondo trimestre 2018 è aumentato dello 0,5% su base annua. L’incremento è dovuto alla crescita dei prestiti destinati all’acquisto di macchine (+2,4%) e all’acquisto di immobili rurali (+3,4%), che è stato bilanciato dalla flessione di quelli rivolti alla costruzione di fabbricati rurali (-3,1%). Il credito complessivamente intercettato dal settore, pari alla somma dei prestiti di breve e di lungo termine, continua però a diminuire, registrando un calo del 2,7% su base annua.

    Bilancia commerciale – Nei primi sei mesi del 2018 le vendite all'estero dei prodotti agroalimentari italiani sono aumentate del 3,1% su base annua. La crescita è il risultato del calo del 3,8% delle esportazioni del settore primario, dovuto principalmente alle minori disponibilità interne di ortaggi e frutta fresca (che in valore rappresentano il 70% dell'export), e dell’incremento di quelle dell'industria alimentare, aumentate del 4,6%.

    Consumi domestici - Nel primo semestre del 2018 la spesa delle famiglie per l’acquisto dei prodotti alimentari è aumentata dello 0,9% su base tendenziale, grazie soprattutto all’incremento dei consumi dei prodotti confezionati, cresciuti del 2,2%. La spesa per i prodotti sfusi si è invece ridotta del 2%.

    Prezzi agricoli - Nel periodo aprile-giugno l'indice dei prezzi all'origine dei prodotti agricoli elaborato da Ismea ha toccato 122 punti, registrando un aumento del 5,3% rispetto allo stesso periodo del 2017.

    Foto: © DLeonis - Fotolia.com

    redazione 17-10-2018 Tag: agricolturaprezzi agricoliIsmeaAgrosservaconsumi domesticioccupazione
Articoli correlati
  • Carne suina, quotazioni in ribasso

    Nella seconda parte del 2018 in Italia i prezzi delle diverse tipologie di suini registrano un calo. Scendono anche le quotazioni dei suinetti (da 30 kg), che fino a maggio risultavano in crescita. È quanto emerge dal rapporto: “Suini: tendenze del...

    16-11-2018
  • Qualità agroalimentare certificata, a dicembre presentazione “Rapporto Ismea Qualivita 2018”

    Focus sulla qualità agroalimentare certificata durante la presentazione del “XVI Rapporto Ismea - Qualivita sulle produzioni agroalimentari e vitivinicole italiane DOP IGP STG”, prevista per il prossimo 13 dicembre a Roma. L’indagine...

    14-11-2018
  • Mais, un settore fra criticità e opportunità

    Il mais è una materia prima strategica per l'intera filiera agroalimentare ed essenziale per l’alimentazione zootecnica. In Italia, nell'arco di un decennio, il settore ha conosciuto un'evoluzione preoccupante: si è passati...

    11-11-2018
  • Agricoltura, individuato gene che rende piante resistenti alle malattie

    Identificato un gene che rende le piante resistenti alle malattie. È quanto emerge da uno studio pubblicato sulla rivista Nature Communications dai ricercatori dell’Università di Edimburgo (Regno Unito), secondo cui la scoperta potrebbe...

    07-11-2018
  • Mais, un contratto di filiera per rilanciare la produzione

    Risollevare il settore maidicolo a beneficio dell'intera filiera agroalimentare. Il mais italiano è una coltura in crisi produttiva che necessita di una strategia di rilancio con la collaborazione di tutti i soggetti della filiera. E uno strumento chiave...

    04-11-2018