• Osservatorio alimentare, piattaforma web per la corretta informazione della filiera agroalimentare

    Print
    Osservatorio alimentare

    L'informazione alimentare ai tempi di internet viaggia veloce ma il 'tranello' delle fake news o bufale è sempre dietro l'angolo; per questo, è fondamentale una corretta comunicazione della filiera agroalimentare che offra un quadro esatto e scientifico del panorama nutrizione, dal campo alla tavola. Il tutto a vantaggio di un consumatore troppo spesso disorientato, e a sostegno della sicurezza e benessere a tavola. Sono questi i principi che hanno portato alla nascita del nuovo portale “Osservatorio Alimentare”, progetto promesso dai Giovani di Federalimentare, la federazione che rappresenta l'eccellenza del Made in Italy a cui aderiscono Assalzoo stessa e altre 13 associazioni nazionali di categoria dell'industria alimentare. La piattaforma digitale, che è stata presentata alla manifestazione Cibus a Fiere di Parma, si propone di essere una voce chiara e trasparente sulla realtà nutrizionale dei vari alimenti, chiamando a raccolta autorevoli esponenti della filiera alimentare nonché del mondo scientifico e medico, perché la sana e corretta alimentazione parte innanzitutto da un consumatore consapevole che possa trarre le sue considerazioni da una base conoscitiva esatta ed affidabile. Solo così si possono appunto evitare le 'trappole' delle fake news che affliggono tutto il panorama dell'informazione ma che in campo alimentare hanno ricadute quanto mai pesanti per le conseguenze che possono avere sul piano della salute, inducendo per esempio a pratiche alimentari sbagliate, e anche per il danno economico e di immagine che causano ai produttori e alla filiera collegata… tutto questo mentre nel consumatore cresce l'attenzione al cibo buono e sicuro. Come si apprende da un'analisi del Censis redatta da Federalimentare (“Mangiare informati: come gli italiani scelgono cibo buono e sicuro”, 2017) conosce, parla e si appassiona di cibo il 90,9% degli italiani e il 93% dei giovani, addirittura il 53,5% di questi si definisce un appassionato. E tutto questo mentre l'industria alimentare da parte sua si propone sempre più sostenibile e attenta alla sicurezza alimentare. Da un’altra analisi del Censis emerge che sempre di più i consumatori chiedono informazione di qualità sul settore: in particolare, l’85,7% degli italiani e l’87,4% dei Millennials si informano prima di acquistare un alimento. Di questi, il 57% della popolazione (di cui il 74,2% è costituita da Millennials) lo fa tramite siti web e il 35,2% (di cui il 39,9% Millennials) attraverso i motori di ricerca. “Solo” il 30,1% degli italiani prende come punto di riferimento per la propria informazione alimentare la televisione. È evidente allora che una riflessione profonda sul “come” si parla dell’industria e della filiera agroalimentare italiana debba partire proprio dal canale più utilizzato oggi, soprattutto dai giovani: il web.

    La nascita dell’Osservatorio va proprio in questo senso: supportare e garantire una corretta informazione basata su dati scientifici e contributi autorevoli di scienziati, nutrizionisti e professori universitari. Il tutto in un linguaggio agile e accessibile a tutti, per un'informazione che, oltre a produrre chiarezza, produca utilità e contribuisca a migliorare lo standard nutrizionale delle famiglie italiane. Nel nuovo portale Assalzoo si è già presentata ai lettori con alcune importanti informazioni riguardo all'impegno preso sulla via della sostenibilità ambientale e della sicurezza alimentare. Già oggi la mangimistica italiana – si spiega agli 'internauti' - è all'avanguardia nella lotta agli sprechi alimentari, riuscendo ad utilizzare quantitativi molto elevati di materie prime che residuano da altri cicli produttivi del settore alimentare facendoli rientrare nel circuito alimentare. L'obiettivo ora è quello di arrivare per il 2020 a “trasformare” un milione di tonnellate di prodotti inutilizzati che derivano dall'industria alimentare, facendoli passare da perdita netta a risorsa per l’alimentazione animale. Ma ciò che più conta – come viene sottolineato in “Osservatorio alimentare”, è che tutto questo avviene senza perdere d'occhio la priorità della sicurezza sia dei mangimi, sia degli animali cui sono destinati, sia dei prodotti alimentari di origine animale che ne derivano. Del resto, anche gli esperti nutrizionisti ascoltati dal nuovo portale promosso dai Giovani di Federalimentare sono concordi nell'affermare che gli alimenti di origine animale sono una componente essenziale per una dieta equilibrata e salubre, al di là dei sensazionalismi e delle mode alimentari. Esattamente quanto emerge dal libro pubblicato da Assalzoo a cura dei professori Marcello Mele e Giuseppe Pulina, che si occupa di “Alimenti di origine animale e salute" e intende essere una guida per tutti coloro che si interessano di alimentazione e vogliono comprendere meglio il ruolo svolto dagli alimenti di origine animale nell' alimentazione.

     

    Florentina Ricciarelli 19-09-2018 Tag: Osservatorio Alimentareagroalimentaresostenibilitàsicurezza alimentaresprechi alimentarimangimi
Articoli correlati
  • Sicurezza alimentare, uso additivi alimentari conforme ai regolamenti

    In Italia l’impiego degli additivi alimentari nelle diverse filiere di produzione è conforme ai regolamenti. Lo sottolinea la “Relazione al Piano nazionale additivi 2015-2018 relativa ai dati 2017” pubblicata dal Ministero della Salute...

    21-10-2018
  • Comitato nazionale sicurezza alimentare, al via il rinnovo

    Con il Decreto ministeriale 19 settembre 2018, il Ministro della Salute Giulia Grillo ha disposto il rinnovo del “Comitato nazionale per la sicurezza alimentare (Cnsa)”, scaduto da alcuni mesi. Si tratta di un organo tecnico-consultivo in materia di...

    19-10-2018
  • Al via consultazione su additivi per mangimi

    L'Autorità europea per la sicurezza alimentare (Efsa) ha avviato una consultazione pubblica sulla bozza delle “Linee guida per la valutazione della sicurezza per l’ambiente degli additivi per mangimi”. Il documento è stato...

    17-10-2018
  • Agroalimentare, export prodotti italiani supera 20 miliardi di euro

    Nei primi sei mesi del 2018 la vendita sui mercati esteri dei prodotti agroalimentari made in Italy è aumentata del 3,1% rispetto al primo semestre 2017, fino a superare la soglia dei 20 miliardi di euro. È quanto emerge dal rapporto: “La...

    13-10-2018
  • Trasformare sistema alimentare per nutrire le persone e salvare il pianeta

    Per nutrire la popolazione mondiale in crescita e per salvaguardare il pianeta occorre trasformare il sistema alimentare, in modo da renderlo più sostenibile. Lo ha affermato José Graziano da Silva, Direttore Generale dell’Organizzazione...

    11-10-2018